Italiano
 
English

IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (SAD)


Cos'è:
 è un insieme di interventi e servizi di natura socio-assistenziale che si propone di rimuovere e di prevenire situazioni di bisogno e disagio favorendo la permanenza della persona presso la propria abitazione.


Cosa offre: assistenza personale, cura dell'igiene della persona e ambientale, sostegno psicologico etc. volti al soddisfacimento dei bisogni essenziali della persona assistita.
Gli interventi erogabili attengono alle seguenti aree:

- Cura della persona 
- Governo della casa
- Vita di relazione
- Attività di collaborazione
- Monitoraggio e controllo


A chi si rivolge: ad anziani, disabili e adulti che si trovano in situazioni contingenti di parziale o totale non autosufficienza, nonché ai nuclei familiari con bambini e/o con componenti a rischio di emarginazione o in situazioni di temporanea difficoltà.

Come si accede: recandosi presso la sede del Servizio Sociale Territoriale del proprio Comune nei giorni e negli orari di ricevimento al pubblico, dove verrà valutata l'opportunità e l'appropriatezza dell'intervento > vai ai Sedi e contatti

Quanto costa:
 è prevista una compartecipazione del beneficiario ai costi del servizio definita in base al valore della propria situazione socio-economica (ISEE).

IL SERVIZIO DI PASTI A DOMICILIO


Cos'è:
è un servizio che integra il Servizio di Assistenza Domiciliare. E' volto a garantire alla persona autonomia di vita nella propria abitazione e nel proprio ambiente familiare, cercando di prevenire, evitare e ritardare situazioni di istituzionalizzazione.

Cosa offre:
prevede la consegna di pasti a domicilio, generalmente dal lunedì alla domenica.

A chi si rivolge: prevalentemente a persone anziane (con più di 65 anni) e a persone non autonome nella preparazione del pasto.

Come si accede: recandosi presso la sede del Servizio Sociale Territoriale del proprio Comune nei giorni e negli orari di ricevimento al pubblico, dove verrà valutata l'opportunità e l'appropriatezza dell'intervento > vai a Sedi e contatti  

Quanto costa:
è prevista una compartecipazione del beneficiario ai costi del servizio definita in base al valore della propria situazione socio-economica (ISEE).

INSERIMENTI DI RESIDENZIALITA' SOCIALE


Cos'è:
 è un servizio alternativo all'istituzionalizzazione che prevede "gruppi appartamento" supportati dalla rete dei servizi pubblici, privati e dal volontariato.

Cosa offre: il servizio mira a  migliorare le condizioni di vita e le opportunità di cittadinanza degli utenti.

A chi si rivolge: ai cittadini appartenenti alle fasce deboli quali anziani parzialmente autosufficienti, l'ex lungodegente psichiatrico in remissione, il disabile con livello di autonomia residuo.

Come si accede: il richiedente o colui che ne fa le veci presenta una segnalazione e la dichiarazione dell'ISEE al Servizio Sociale Territoriale del Comune di residenza; > vai a Sedi e contatti 
Successivamente l'Unità di Valutazione Distrettuale (UVD) valuterà l'appropriatezza della segnalazione.

Quanto costa:
 è prevista una compartecipazione del beneficiario ai costi del servizio definita in base al valore della propria situazione socio-economica (ISEE).

IL FONDO PER L'AUTONOMIA POSSIBILE (F.A.P.)


Cos'è:
è un intervento previsto dalla normativa regionale che può configurarsi come un contributo economico o un'erogazione di servizi, finalizzato principalmente a: 
- rendere possibile l'accudimento a domicilio delle persone in condizione di grave non autosufficienza;
- sostenere le famiglie che si avvalgono dell'aiuto delle assistenti familiari ("badanti").

Cosa offre: prevede più tipologie di intervento, tra cui:
- l'Assegno per l'Autonomia Possibile (APA): è un contributo economico che ha lo scopo di rendere possibile e sostenibile l'accudimento a domicilio delle persone in condizione di grave non autosufficienza;
- il Contributo per l'Aiuto Familiare (CAF): è un beneficio economico finalizzato a sostenere le situazioni in cui ci si avvale dell'aiuto delle assistenti familiari ("badanti") per l'accudimento delle persone non autosufficienti.

A chi si rivolge: agli anziani ed alle loro famiglie, ma anche alle persone disabili, residenti nel territorio dell'ex Ambito distrettuale 6.1..

Come si accede: il richiedente o colui che ne fa le veci presenta una segnalazione e la dichiarazione dell'ISEE al Servizio Sociale Territoriale del Comune di residenza; > vai a Sedi e contatti
Successivamente l'Unità di Valutazione Distrettuale (UVD) valuterà l'appropriatezza della segnalazione.

Quanto costa: l'erogazione del servizio è gratuita.

DOCUMENTI UTILI:
> scarica DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 8 gennaio 2015, n. 07/Pres. Regolamento di attuazione del Fondo per l’autonomia possibile e per l’assistenza a lungo termine di cui all’articolo 41 della legge regionale 31 marzo 2006, n. 6 (Sistema integrato di interventi e servizi per la promozione e la tutela dei diritti di cittadinanza sociale)

 

IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE (ACCOMPAGNAMENTO)


Cos'è:
è un sistema di interventi e servizi di accompagnamento sociale in favore di cittadini con disabilità, anziani o in situazioni di bisogno o fragilità, con ridotte capacità motorie e/o scarsa autonomia.

Cosa offre:
il servizio offre diverse tipologie di trasporto:
- trasporti continuativi con la presenza di un accompagnatore dall'abitazione dell'utente verso i Centri Diurni e Sociali presenti sul territorio dell'Unione Territoriale Intercomunale Livenza-Cansiglio-Cavallo e nei comuni limitrofi.
- Trasporti occasionali, forniti in generale  apersone con ridotta autosufficienza o in condizione di forte svantaggio sociale o che comunque si trovino in situazione di bisogno. Si tratta di accompagnamenti che presentano carattere di eccezionalità o comunque per periodi di tempo limitati.
- accompagnamento di utenti minori di età, in favore di nuclei familiari con minori sempre su segnalazione dei Servizi Sociali verso Istituti Scolastici del territorio, strutture sanitarie ( neuropsichiatria infantile, Consultorio, La Nostra Famiglia etc.), centri di socializzazione o aggregazione per lo svolgimento di attività extrascolastiche.


A chi si rivolge: è un servizio rivolto a cittadini con disabilità, anziani o in situazioni di bisogno o fragilità, con ridotte capacità motorie e/o scarsa autonomia, per i quali il Servizio Sociale dei Comuni ha valutato l'appropriatezza dell'intervento.

Come si accede: recandosi presso la sede del Servizio Sociale Territoriale del proprio Comune nei giorni e negli orari di ricevimento al pubblico, dove verrà valutata l'opportunità e l'appropriatezza dell'intervento > vai ai Sedi e contatti

Quanto costa:
 è prevista una compartecipazione del beneficiario ai costi del servizio definita in base al valore della propria situazione socio-economica (ISEE).

 

INSERIMENTO AL CENTRO DIURNO


Cos'è:
 è un servizio di accoglienza in strutture semi-residenziali a persone anziane in condizioni di autosufficienza o con un livello di autonomia ridotto a causa di problematiche di natura prevalentemente fisica, che necessitano di supervisione, tutela, sostegno e aiuto nello svolgimento di alcune attività quotidiane. Tutti i centri svolgono un’attività di sostegno alle famiglie integrando l’assistenza e la cura già attivata dai familiari per il mantenimento delle capacità residue dell’anziano, avendo come scopo quello di mantenere il più a lungo possibile l’anziano stesso nel suo ambiente di vita. 

Cosa offre: le prestazioni che possono essere erogate dal Centro Diurno sono:
- assitenza tutelare diurna
- assistenza infermieristica
- assistenza sociale e psicologica
- servizio mensa (colazione, pranzo, cena) e lavanderia e stireria
- igiene della persona (bagni, pedicure, lavaggio capelli)
- contatti con enti assistenziali e/o previdenziali
- attività ludico-ricreative (sale TV, tornei di carte, sala lettura con abbonamento a quotidiani nazionali)
- attività motorie-ricreative anche personalizzate
- trasporto dell'anziano dal Centro Diurno a casa


A chi si rivolge:
il servizio è rivolto in modo particolare ad anziani che vivono una condizione di solitudine e di disagio. A differenza del centro sociale, il Centro Diurno accoglie anziani con problematiche più gravi e con un minor grado di autonomia personale

Come si accede: il richiedente o colui che ne fa le veci presenta una segnalazione e la dichiarazione dell'ISEE al Servizio Sociale Territoriale del Comune di residenza; > vai a Sedi e contatti 
Successivamente l'Unità di Valutazione Distrettuale (UVD) valuterà l'appropriatezza della segnalazione.

Quanto costa: 
Le rette a carico delle persone sono articolate in funzione della presenza al Centro e sono definite annualmente con Deliberazione dell’Assemblea dei Sindaci dell’U.T.I. Livenza Cansiglio Cavallo. Alle persone anziane e adulte non autosufficienti residenti nella Regione Friuli Venezia Giulia accolte nei vari Servizi semi-residenziali viene riconosciuto un contributo per l’abbattimento delle rette di accoglienza con le modalità definite con D.G.R. nr 2326 del 18.11.2010 per determinate condizioni di non auto-sufficienza. 

I Centri Diurni gestiti dal Servizio Sociale dei Comuni sono:

AVIANO Via A. Moro, 13 - Aviano - telefono: 0434-652367
> scarica CARTA DEI SERVIZI CENTRO DIURNO AVIANO

BRUGNERA Via Vittorio Veneto, 62/B - Brugnera - telefono: 0434-624145 / 320 5688907
> scarica CARTA DEI SERVIZI CENTRO DIURNO BRUGNERA

POLCENIGO
 Località Gorgazzo, via Spinet, 39 - Polcenigo - telefono: 0434-747151
> scarica CARTA DEI SERVIZI CENTRO DIURNO POLCENIGO

DOCUMENTI UTILI:

> scarica pdf LINEE DI INDIRIZZO PER IL FUNZIONAMENTO DEI CENTRI DIURNI IN GESTIONE AL SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI 

Ulteriore Centro Diurno gestito da ASS n.5:

SACILE  Via Ettoreo 4 - Sacile - telefono: 0434 - 736360

INSERIMENTO IN STRUTTURE RESIDENZIALI


Cos'è: 
il servizio offre accoglienza temporanea o stabile di persone le cui esigenze non possono trovare soluzione adeguata mediante altri interventi che favoriscano la permanenza della persona presso la propria abitazione.

Cosa offre: il servizio offre ricovero nelle strutture protette del territorio. > vai a Strutture

A chi si rivolge:

Come si accede: il richiedente o colui che ne fa le veci presenta una segnalazione e la dichiarazione dell'ISEE al Servizio Sociale Territoriale del Comune di residenza; > vai a Sedi e contatti 
Successivamente l'Unità di Valutazione Distrettuale (UVD) valuterà l'appropriatezza della segnalazione.

Quanto costa: è prevista una compartecipazione del beneficiario ai costi del servizio definita in base al valore della propria situazione socio-economica (ISEE).

SUPPORTO ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA PER TELESOCCORSO E TELECONTROLLO


Cosa sono:
 sono servizi erogati dalla A.S.S. n.5 il Telesoccorso è un sistema di sicurezza che assicura alla persona un intervento di soccorso immediato nelle emergenze causate da malori, cadute, etc..
Il Telecontrollo consiste in un contatto telefonico costante tra gli operatori qualificati di una centrale di assistenza e gli utenti. 

Cosa offrono: il Telesoccorso consente alla persona che preme il pulsante di un telecomando che viene messo a disposizione di essere subito dalla Centrale di riferimento che comunicando in viva voce, attiva le operazioni di soccorso e assistenza più opportune ( ad esempio attivazione dei familiari o dei vicini, del 118, del medico di famiglia, etc.). Il servizio è attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell'anno. L'operatore del servizio di telecontrollo fornisce all'utente compagnia e ascolto, stimola la sua socializzazione instaurando un rapporto di amicizia e fiducia reciproca.

A chi si rivolgono:
 a persone sole o con problemi sanitari che desiderano rimanere al proprio domicilio, in modo particolare anziani e disabili.

Come si accede: mediante domanda presso il Servizio Sociale Territoriale del Comune di residenza o presso l'A.S.S.n.5 che valuteranno l'opportunità e l'appropriatezza dell'intervento.

Quanto costano: è prevista una compartecipazione del beneficiario ai costi del servizio definita in base al valore della propria situazione socio-economica (ISEE).

IL SERVIZIO DI PEDICURE CURATIVA


Cos'è:
è un intervento specifico a domicilio, di tipo curativo e non meramente estetico, per l'igiene e la cura di mani e piedi per evitare problemi di infezione e conseguenti deficit di deambulazione.

A chi si rivolge: persone anziane/adulte impossibilitate a muoversi, anche temporaneamente. 

Come si accede: recandosi presso la sede del Servizio Sociale Territoriale del proprio Comune nei giorni e negli orari di ricevimento al pubblico, dove verrà valutata l'opportunità e l'appropriatezza dell'intervento. > vai a Sedi e contatti

Quanto costa: è prevista una compartecipazione del beneficiario ai costi del servizio definita in base al valore della propria situazione socio-economica (ISEE).

IL SERVIZIO LAVANDERIA


Cos'è:
è un servizio che prevede il lavaggio e la stiratura di biancheria e vestiario personale dell'utente da effettuarsi presso il centro autorizzato.

A chi si rivolge:
persone anziane/adulte sole prive di risorse familiari e con ridotta autosufficienza oppure persone non autosufficienti inserite in nuclei familiari con la presenza di altre situazioni con fragilità (anziani, minori o persona con disagio psichiatrico).

Come si accede:
recandosi presso la sede del Servizio Sociale Territoriale del proprio Comune nei giorni e negli orari di ricevimento al pubblico, dove verrà valutata l'opportunità e l'appropriatezza dell'intervento. > vai a Sedi e contatti

Quanto costa: è prevista una compartecipazione del beneficiario ai costi del servizio definita in base al valore della propria situazione socio-economica (ISEE).